Sommario

  • 24/03/2017 21:38 Smacco sull'Obamacare: il presidente decisionista si trova con un nulla di fatto - La Repubblica
  • 24/03/2017 22:24 Papa Francesco incontra i leader Ue: "Europa non sia solo insieme di regole" - Il Tempo
  • 24/03/2017 20:18 Vincenzo De Luca definisce “chiattona” la consigliera del M5s. Di Maio: “È un cafone, oltrepassato il limite” - Il Fatto Quotidiano
  • 24/03/2017 16:18 Papa a Milano, allerta massima per la visita del pontefice: 3.700 agenti e due zone rosse in città – LA GUIDA - Il Fatto Quotidiano
  • 24/03/2017 18:41 Marine Le Pen al Cremlino da Putin: «Via le sanzioni se mi eleggono» - Il Sole 24 Ore
  • 24/03/2017 22:49 Qualificazioni Mondiali 2018: Italia-Albania 2-0. De Rossi e Immobile in gol - La Gazzetta dello Sport
  • 24/03/2017 11:02 Trattati Roma: allerta su infiltrati nei cortei, attenzione a folle. Spazio aereo chiuso - ANSA.it
  • 24/03/2017 20:15 Uccide l'uomo che gli ha investito la moglie: condannato a 30 anni Fabio Di Lello - L'Unione Sarda
  • 24/03/2017 18:21 Ventimiglia, denunciato per aver dato da mangiare ai migranti - La Repubblica
  • 24/03/2017 20:32 Cadavere incaprettato trovato nelle campagne di Terracina - Corriere della Sera
venerdì 24 marzo 2017

20 Marzo 1779

Muore a Vienna Giuseppe Leporini da Primiero, appartenente a uno dei casati che nel corso degli anni divennero proprietari di palazzo Someda, la splendida dimora fatta costruire dall'omonima famiglia, nell'ultimo decennio del 1500 a Fiera di Primiero, nell'angolo di confluenza dei torrenti Canali e Cismon.

Insegnante di storia del futuro imperatore Giuseppe II, avvocato e consigliere fiscale imperiale, visse per 30 anni a Vienna alla corte di Maria Teresa.

Giuseppe era nipote di Andrea Leporini, dottore, capitano e vicario, procuratore del priorato di San Martino di Castrozza, che aveva acquistato il palazzo nel 1700 (il 27 febbraio). Il nuovo proprietario riparò l'edificio, in stato di abbandono, e gli restituì l'antico decoro, da allora la famiglia entrò nelle file dell'aristocrazia locale e della nobiltà. I Leporini dimorarono a Primiero per 5 generazioni.

Dalla morte di Giuseppe, avvenuta come detto il 19 marzo 1779, vari membri della famiglia lasciarono via via Primiero, finchè i discendenti dei Leporini scomparvero del tutto alla fine del 1700.

20 Marzo 1980

Muore a San Martino di Castrozza Normanno Tavernaro, il fondista divenuto leggenda, per lo sport Primierotto.

Classe 1901, fu indubbiamente durante la sua carriera il più forte fondista italiano.

Assieme al fiemmese Dezulian, fu il primo sciatore trentino a vestire la maglia azzurra in gare internazionali.

In occasione dei mondiali bavaresi di Obersdorf, nel 1931. In quell'occasione ottenne un eccezionale 16^ posto nella più breve 18 chilometri.

Nacque a San Martino di Castrozza nel 1901, Normanno si rivelò per la prima volta nel 1926 quando il capitano Berard, istruttore della guardia di finanza di Passo Rolle, lo vide dominare i suoi finanzieri.

Ancora quell'anno vinse il Giro delle Dolomiti: un trittico organizzato a San Martino che comprendeva la 18 e la 30 km, ed una gara di salto.

Tavernaro fu primo nella 18, 30 km e nella combinata.

 

19 Marzo 21 Marzo