Sommario

  • 30/03/2017 01:52 Brexit, la lettera: "Io, ai confini d'Europa" - La Repubblica
  • 29/03/2017 16:51 Consip, Michele Emiliano in procura a Roma per essere interrogato come teste Pm acquisiscono sms ricevuti da Lotti - Il Fatto Quotidiano
  • 30/03/2017 00:37 Congresso Pd, per ora stravince Renzi - Il Tirreno
  • 29/03/2017 22:03 Omicidio di Alatri, fiaccolata per Emanuele. Castagnacci scarcerato il giorno del delitto dopo arresto per droga - Il Tirreno
  • 29/03/2017 15:36 Usa, media: "Trump ha avuto rapporti d'affari con criminali russi" - La Repubblica
  • 27/03/2017 17:07 ULTIME NOTIZIE/ Oggi, ultim'ora: Trento, due bambini trovati morti in casa, si cerca il padre (27 marzo 2017) - Il Sussidiario.net
  • 29/03/2017 20:32 Mafia Capitale, parla Carminati: “Sono contento di essere un vecchio fascista degli anni Settanta” - Il Fatto Quotidiano
  • 29/03/2017 07:56 «Disabile mentale ridotta in schiavitù e costretta a prostituirsi per anni» - Corriere della Sera
  • 29/03/2017 23:02 Si presenta in procura il broker di Banca Leonardo sparito con i soldi dei clienti - La Repubblica
  • 29/03/2017 20:43 Una galassia senza confini: così Samsung guarda avanti con l'S8 - La Repubblica
giovedì 30 marzo 2017
-

Nuovo allarme lanciato dalla Polizia di Stato contro le truffe telefoniche. Questa volta, però, c’è una novità, ovvero il numero che viene visualizzato sul proprio cellulare non ha un prefisso straniero che lo rende immediatamente ‘riconoscibile’ ma ha un normale ’02’, riconducibile dunque al prefisso di Milano.

“Facciamo un po d’ chiarezza sulle truffe telefoniche con i numeri a valore aggiunto – si legge sul profilo Facebook della Polizia ‘Una vita da Social’ – I numeri in questione utilizzano prefissi italiani. Rispondere NON fa scattare l’addebito – a differenza di quanto segnalato su alcuni siti”.

“L’utente comincia a pagare SE richiama il numero. Cosa che si è tentati di fare perché il numero sembra “normale”. Nella circostanza però la comunicazione cade subito – spiegano dalla Polizia – In particolare le vittime più colpite sono gli anziani che ricevono incessantemente queste chiamate sulle utenze fisse e mobili e, pensando di aver perso una chiamata importante, richiamano questi numeri”.

“Un’altra importante cosa da fare, è contattare il proprio gestore telefonico e chiedere la rimozione dei servizi a pagamento non richiesti (è sufficiente chiamare al numero di assistenza e palrare con un operatore, ndr) ed apporre il blocco futuro. I numeri possono essere bloccati inserendoli nella funzione blacklist del proprio telefono (se ne è dotato). Purtroppo il prefisso non corrisponde alla zona geografica di riferimento ma sono chiamate che provengono per lo più dall’estero”.